ABOUT

ITALIAN VERSION

Fabio Mollo corretta Biografia

 

 

FABIO MOLLO, regista e sceneggiatore nato a Reggio Calabria nel 1980.

Nel 1998 si trasferisce a Londra, dove nel 2002 si laurea in Visual Theory: Film History presso la University of East London. È lì che compie i suoi primi passi nel mondo del cinema. Il suo primo cortometraggio, “Troppo Vento”, nel 2003 gli consente di vincere alcuni premi nazionali e gli vale l’ammissione al corso di Regia del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Nel corso del triennio di studi, realizza diversi cortometraggi tra cui “Al buio” (62. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Premio Kodak Visioni Italiane) e “Giganti” (in Concorso al 58. Festival di Berlino, Miglior Cortometraggio al Torino Film Festival, menzione speciale per la regia ai Nastri d’Argento, Menzione Speciale della Stampa al 30. Clermont-Ferrand).

Nel 2005 prende parte a un laboratorio di Sceneggiatura diretto da Gabriel Garcia Marquez presso la Escuela Internacional de Cine y Tv di Cuba, per l’adattamento di un suo racconto a lungometraggio.

Concluso il percorso formativo con il diploma al Centro Sperimentale, nel 2006, inizia a lavorare come assistente alla regia su numerosi film e serie TV tra cui: “Alza la Testa” di Alessandro Angelini, “Scialla” di Francesco Bruni, “Boris” di Luca Vendruscolo, Mattia Torre e Giacomo Ciarrapico, “Non Pensarci” di Gianni Zanasi e Lucio Pellegrini. Allo stesso tempo, lavora come filmmaker per MTV, realizzando tra le altre cose la regia di sei episodi della serie “Black Box”.

Nel 2011 è tra i dieci giovani registi internazionali selezionati dal Festival di Cannes all’Atelier della Cinéfondation. Nel corso degli anni, viene selezionato anche da altri programmi di sviluppo di festival prestigiosi, come il Talent Project Market della Berlinale (2011), il Talent Lab del Toronto International Film Festival (2014) e l’Atelier d’Anger (2009). Come sceneggiatore è per due volte finalista al Premio Solinas (2005 e 2015).

È inoltre vincitore del Cinemaster Universal presso gli Universal Studios di Los Angeles (2010), del premio “Giovane Regista Italiano” dell’Istituto di Cultura Italiano di New York (2011) e del Nipkow Programm di Berlino (2013).

Nel 2013 esordisce con “Il Sud è Niente”, suo primo lungometraggio di finzione, con Vinicio Marchioni, Miriam Karlkvist e Valentina Lodovini, prodotto dalla b24film. Il film è selezionato in concorso al 64. Festival di Berlino – Generation (dove la protagonista Miriam Karklvist riceve il premio Shooting Star), al 38. Toronto International Film Festival e all’8. Festival Internazionale del Film di Roma – Alice nella Città, vincendo il Premio Taodue “Camera d’Oro”. Fabio ottiene, tra gli altri riconoscimenti nazionali ed internazionali, la candidatura come Miglior Regista Esordiente ai Nastri d’Argento. Il film conquista anche le candidature come Miglior Film d’Esordio, Migliore Attrice Protagonista e Miglior Colonna Sonora ai Globi d’Oro e partecipa ad altri festival, tra i quali: 57° San Francisco International Film Festival 2014, Annecy Cinema Italien (Premio Miglior Attrice), Open Roads: New Italian Cinema 2014, Festival del Cinema Italiano di Tokyo 2014, Jerusalem Film Festival 2014, Raindance Film Festival, Bobbio Film Festival (Premio Miglior Opera Prima e Miglior Attrice).

Nel 2015 esce “Vincenzo da Crosia”, il suo primo lungometraggio documentario. Prodotto da Wildside, il film è basato sull’incredibile vita di Vincenzo Fullone e gli eventi mariani di Crosia. L’opera è in concorso al 33° Torino Film Festival (dove riceve la Menzione Speciale del premio Avanti) e finalista ai Nastri d’Argento 2016.

Sempre nel 2015, realizza la sigla “Youth is Timeless” per Alice Nella Città alla 10° edizione della Festa Del Cinema di Roma. All’interno della medesima rassegna, è invitato come giurato del premio Taodue “Camera d’Oro” per la migliore opera prima.

Nel 2016 è regista per DoDo di Pomellato con il branded film “Follow your dreams” (protagonista Stella Egitto), distribuito globalmente negli store, nei cinema e sui social network.

Nello stesso anno, è co-regista per SKY Arte Italia, UK e Germania della serie internazionale “Artists in Love”.

Tra il 2015 e il 2016 segue il regista Paolo Sorrentino durante le riprese della serie TV “The Young Pope”, prodotta da Wildside per HBO e SKY, finalizzando per loro conto il Behind the Scenes e un documentario dal titolo “The Young Pope – a Tale of Filmmaking”.

Oltre al lavoro di regista, si dedica profondamente anche alla formazione e all’impegno sociale. Dal 2014 è docente di Regia Cinematografica presso la Rome University of Fine Arts (RUFA). Dal 2015, è curatore del Laboratorio di Filmmaking indetto da Fondazione Ente dello Spettacolo. Nello stesso anno fonda l’associazione culturale Reggio Cinema, con la quale mette in atto una piccola, grande impresa: la riapertura del Cinema Teatro “Gentile” di Cittanova, in Calabria, del quale diventa direttore artistico.

Attualmente, sta lavorando al suo secondo lungometraggio di finzione: “Il Padre d’Italia”, prodotto da Bianca Film, con protagonisti Luca Marinelli e Isabella Ragonese.

ENGLISH VERSION

FABIO-MOLLO_1460

 

FABIO MOLLO, film director and screenwriter, born in 1980 in Reggio Calabria, Italy.

In 1998 he moved to London, where he graduated in Visual Theory: Film History at the University of East London in 2002, making his first steps into the world of cinema. His first short film, “Troppo Vento” (“Too Much Wind”, 2003), won several national awards and earned him admission to the directing class at Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. During those three years of study, he directed several shorts including “Al Buio” (“In the Dark”, 62. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, Kodak Award at Visioni Italiane) and “Giganti” (“Giants”, 58th Berlinale, Best Short Film at Torino Film Festival, Special Mention Award at Nastri d’Argento, International Press Award in 30th Clermont-Ferrand Film Festival).

In 2005, he took part in a Screenwriting Lab supervised by Gabriel Garcia Marquez at Escuela Internacional de Cine y Tv di Cuba, in order to adapt one of his novels into a feature film.

Once earned his Directing Diploma at Centro Sperimentale in 2006, he began working as Assistant Director for many feature films and TV series, such as “Alza la Testa” (Alessandro Angelini), “Scialla” (Francesco Bruni), “Boris” (Luca Vendruscolo, Mattia Torre, Giacomo Ciarrapico) and “Non Pensarci” (Gianni Zanasi, Luca Pellergrini). At the same time, he worked for MTV as a filmmaker, directing – among the others things – 6 episodes of the series “Black Box”.

In 2011, he’s one of ten young international film directors selected by the Cannes Film Festival Cinéfondation Atelier. Through the years, other prestigious film development programs also select him: Talent Project Market at Berlinale (2011), Talent Lab at Toronto International Film Festival (2014) and Atelier of Anger (2009). As screenwriter, he is twice finalist at Premio Solinas (2005 and 2015).

He also won Cinemaster Universal at Universal Studios of Los Angeles (2010), “Best Italian Young Film Director” award by the Italian Cultural Institute of New York (2011) and Nipkow Programm, Berlin (2013).

In 2013, he shot his first feature film “Il Sud è Niente” (“South is Nothing”), produced by b24film, with Vinicio Marchioni, Miriam Karlkvist and Valentina Lodovini. The film is selected in competition at 64th Berlinale (where the protagonist Miriam Karklvist receives the Shooting Star Award), 38th Toronto International Film Festival and 8th Festival Internazionale del Film di Roma (Taodue Award “Camera d’Oro”). Fabio gets, among other national and international awards, a nomination for Best New Director at Nastri d’Argento. The film also won nominations for Best Debut Film, Best Actress and Best Soundtrack at Globi d’Oro, participating in other festivals including: the 57th San Francisco International Film Festival, Annecy Cinema Italien (Best Actress Award), Open Roads: New Italian Cinema, Italian Film Festival Tokyo, Jerusalem Film Festival, Raindance Film Festival, Bobbio Film Festival (Best Debut and Best Actress awards).

In 2015 he released “Vincenzo da Crosia” (“Vincenzo from Crosia”), his first feature-length documentary. Produced by Wildside, the film is based on the incredible life of Vincenzo Fullone and the events of Crosia. The work is in competition at the 33rd Torino Film Festival (where it received a Special Mention – Avanti Award) and finalist at Nastri d’Argento.

In the same year, he makes the theme “Youth is Timeless” for Alice Nella Città’s section at the 10th Festa del Cinema di Roma. Within the same festival, he’s in the jury of Taodue Award “Camera d’Oro”.

In 2016, he shoots the branded film “Follow your dreams” (starring Stella Egitto) for DoDo Pomellato, globally distributed in the stores, in cinemas and on social networks.

He’s co-director for SKY Arts Italy/UK/Germany of the international series “Artists in Love”.

Between 2015 and 2016, he follows the director Paolo Sorrentino while filming the TV series “The Young Pope”, produced by Wildside for HBO and SKY. He makes Behind the Scenes and a documentary called “The Young Pope – a Tale of Filmmaking”.

In addition to his main work as a director, he’s also deeply devoted to training and social commitment. From 2014, he’s Film Directing teacher at Rome University of Fine Arts (RUFA). Since 2015, he’s curator of Filmmaking Lab – Fondazione Ente dello Spettacolo. In the same year he founds the cultural association Reggio Cinema, becoming artistic director of a local theatre called “Cinema Gentile” in Cittanova, Calabria.

He is currently working on his second feature film, “Il Padre d’Italia” (“The Father of Italy”), produced by Bianca Film, starring Luca Marinelli and Isabella Ragonese.

MY GALLERY

MY IMDB PAGE

unnamed